Natale in camper con Peppa Pig

Il natale è ormai diventato una ricorrenza dedicata ai cenoni, ai regali e al consumismo. Soprattutto per i bambini che tanto aspettano quel giorno per strappare la carta ai regali che da tanto desiderano.
Per completare gli acquisti natalizi in un grande negozio di giocattoli della Toys cerco il camper di Peppa Pig. Almeno cinquanta persone aspettano che lo tirino fuori dal magazzino. Da molto mi chiedo perché questa famiglia di maialini abbia così tanto successo. Ho provato pure a chiedere ai miei nipotini perché sono così fissati e la risposta non mi ha molto soddisfatto:  un semplice “perché mi piace”.
Il cartone mostra la famiglia della protagonista Peppa Pig composta dal fratello George, Papà Pig e Mamma Pig.  Il nome di ogni personaggio è affiancato sempre a quello del tipo di animale a cui appartiene. Le avventure si svolgono in una semplice quotidianità e vengono guidate da una voce narrante che introduce ogni azione dei soggetti. Il comportamento è quello di animali umanizzati che nel parlare emettono grugniti, abbaiano, cinguettano  e si rotolano nelle pozzanghere.
I disegni sono molto semplici, creati volutamente come se fatti da un bambino.
In Italia il cartone è uscito nel 2010 e subito ha avuto un crescente successo, considerando che tra i  giocattoli sono usciti anche la casa, peluche, cucine e gadget vari per la scuola.
La Peppa Pig-mania per quanto riguarda i giocattoli e i gadget è una conseguenza proporzionale al successo del cartone animato. Mi sono soffermato anche a guardarne qualche episodio su rai Yoyo (l’11, il 12, il 18 e il 19 gennaio del 2014 verranno anche trasmessi gli episodi della nuova serie in attesa in Italia dal titolo: “Peppa Pig vacanze al sole e altre storie”). Su youtube circolano anche delle trasposizioni in dialetto che fanno da parodia.
Il successo credo sia da attribuire alla semplicità delle storie narrate, ai disegni bidimensionali e alla durata ridotta di ogni puntata. Questo insieme alla scarsa animazione consente ai bambini di recepire le storie anche nei momenti con basso livello di attenzione.  I genitori inoltre sono contenti del concetto di unità familiare che viene trasmesso ai loro figli.

CAM00066

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...