Trilogia della città di K

I libri sono sempre un viaggio inaspettato. Ci sono quelli che ti portano in mondi fantastici e sognanti ma allo stesso tempo ci sono alcuni che trascinano dentro una realtà così cruda da sembrarti impalpabile perché fuori dai canoni della normalità. Così la Trilogia della città di K di Ágota Kristóf propone un viaggio che inizia con Il grande quaderno, un’insieme di racconti realistici e oggettivi raccontati seguendo solo un filo cronologico. Niente sentimenti, niente emozioni solo gli occhi di due gemelli che catturano come una  telecamera tutti gli episodi ambientati nell’unico paese sotto assedio delle forze armate. I paragrafi sono della durata di una pagina o due per volta come una serie di rapide coltellate che ti squarciano la pelle improvvisamente.

La prova è la separazione tra i due e il racconto di Lucas ora è in terza persona. Perché?  Intanto è costretto a crescere nonostante manchi una grande parte di lui. Nel mentre gli girano intorno personaggi che sono alla ricerca della felicità e dell’amore, ma il protagonista ha una certa difficoltà e quasi un rifiuto a far luce in un mondo così buio ed agghiacciante. Tutto si intreccia e si confonde, tra le pagine de La terza menzogna emergono dei flashback apparentemente illuminanti.  Lucas potrebbe essere Claus? Forse potrebbe essere esistito lui solo o il primo capitolo della trilogia è una parte a se stante da gettare tra gli scheletri della soffitta?  Tutto sembra essere svelato dalla “cosa” come viene chiamato dal protagonista e invece no. Riflettendo e rileggendo i vari capitoli emergono ogni volta particolari e dettagli che portano a riconsiderare ogni prospettiva.

Spero di avervi fatto venire l’acquolina in bocca per un libro scioccante e geniale da leggere sotto molteplici chiavi di lettura.

Quadro di Julien Brugeas ispirato al romanzo.
Quadro di Julien Brugeas ispirato al romanzo.

agota_kristoff-1024x344

Annunci

One thought on “Trilogia della città di K

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...