Quando piove Sole a catinelle: Il pienone di Checco Zalone

 

Venerdì, 1 novembre 2013.  Cinema multisala planet Le Vigne. Proposta della serata è un film dai toni tanto accesi quanto divertenti: Sole a catinelle con Checco Zalone (Luca Medici).
Arriviamo alle 20.30, abbastanza presto per lo spettacolo delle 21.15  e già sono sconvolto dalla eccessiva presenza di persone all’interno del centro commerciale, nonostante sia il secondo giorno di proiezioni. Le sale sono tutte esaurite per quel film, nonostante ve ne sia in programma uno ogni quarto d’ora e riusciamo a beccare dopo una lunga coda il penultimo, quello delle 23.15. C’è il tempo di fare una passeggiata al piano di giù, tanto per ammazzare il tempo e dare una sbirciata ai negozi già chiusi. Intanto pensiamo che è meglio mangiare prima visto che apparentemente c’è abbastanza tempo. Ma a malapena riusciamo a trovare un tavolo in una pizzeria e ad ingozzarci 15 minuti prima dell’inizio del film. Badate bene, io non sono il tipo che frequenta spesso il cinema, più che altro preferisco film di un certo spessore per sganciare i soldi del biglietto (in questo caso 7,50 €) insomma avrei preferito un Tornatore o un Sorrentino a un Gennaro Nunziante. Alla fine trasportato dal gruppo e dal Week end che si preannunciava pesante ho ceduto volentieri a una pellicola più leggera.
La storia vede protagonista Checco, venditore di aspirapolvere in crisi che promette una mirabolante vacanza al figlio a patto che prenda tutti dieci in pagella. La storia si evolve come è solito nello stile del personaggio, tra fraintendimenti, beffe del caso e battute spiazzanti. L’attore, comico e cabarettista, nonché eccellente pianista è molto più bravo, ha trovato il suo perfetto stile. Le battute si susseguono spesso e devo dire che a un certo punto non avevo più la forza di ridere. Peccato che all’ingresso della sala reale dove alloggiano con la ricca famiglia non si sia esibito al pianoforte, sarebbe calzato a pennello. In sottofondo alla storia principale viene dipinta la situazione tragica e beffarda in cui ci troviamo grazie allo stupido ed inutile governo italiano. Ma il messaggio che arriva alla fine è la ricerca dell’ottimismo nonostante la situazione. Merita attenzione anche il piccolo e talentuoso attore Robert Dancs che riesce a farsi ben notare tra la bellezza di Aurore Erguy e Miriam Dalmazio.
Il film ha già incassato più di 18 milioni di euro in tre giorni, grande rivincita del cinema italiano.

Ve lo consiglio qualora vogliate passare una serata all’insegna di risate e divertimento e con un pizzico di morale.

 

PRESENTAZIONE DEL FILM - SOLE A CATINELLE - 0642fc7c-cb95-4a4d-a1fe-e43742c9b989_8 28743 checco-zalone-a-roma-presenta-sole-a-catinelle-2_news Sole_a_catinelle_poster_ufficialeSole a

Annunci

One thought on “Quando piove Sole a catinelle: Il pienone di Checco Zalone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...