Haim: Forever. Buon sangue si sente.

È mercoledì mattina, sono circa le dieci e durante la lettura delle mail mi rilasso con la solita zappata in Tivì.
Stavolta su Rai 5 recupero la replica del David Letterman Show, il famoso talk show statunitense registrato all’Ed Sullivan Theater di Broadway, a New York. Il programma ha vinto numerosi Emmy Award ed è presente nella scena televisiva americana dal 1993. La formula è semplice: il conduttore David Letterman seduto in una scrivania fa accomodare dei personaggi famosi nell’ormai celebre poltrona intervistandoli in modo ironico e sarcastico. Moltissime le celebrità che hanno calcato lo studio di David, da Paul Mc Cartney a Barack Obama, da Madonna a Courtney Love, da Farrah Fawcett a Drew Barrymore. È stato ospitato anche Roberto Benigni, uno dei pochi artisti orgoglio della nazione Italiana.  Ma andiamo alla puntata di oggi che seguo distrattamente fin quando non sento una canzone introdotta dalla batteria e sostenuta da una serie di accordi ben ritmati.  Alzo lo sguardo e vedo una stupenda ragazza dagli occhi chiari che imbraccia una Gibson rossa modello diavoletto e canta una melodia indie- pop niente male. L’inquadratura si allarga e mostra altre tre ragazze, una al basso, l’altra alla chitarra e alla tastiera e l’ultima alla batteria. Da chitarrista, vedendo una ragazza che ritma così bene un pezzo, quasi mi viene un orgasmo solo a guardarla e mi innamoro. La ragazza al basso si occupa anche dei cori. Il ritornello è abbastanza orecchiabile. Ok, funzionano! Lo show finisce e mi informo su wikipedia estasiato dalla visione angelica. Si chiamano Haim. Il gruppo è formato dalle sorelle Este Haim, Danielle Haim, e  Alana Haim più la batterista Dash Hutton. Ognuna delle tre sorelle suona più di un strumento. La vocalist e lead guitar è Danielle mentre una di loro (East) si è addirittura laureata in Etnomusicologia.

Detto ciò ho un parere allo stesso tempo sociale e musicale da esprimere. In Italia non ho ancora visto un’artista emergente di sesso femminile che suona più di uno strumento e tecnicamente così bene da riprodurre dal vivo una ritmica e dei riff così ben amalgamati. I produttori delle case discografiche preferiscono le teenager da hit del momento, ma dovrebbero promuovere anche delle artiste musicalmente più creative, così da rompere lo stereotipo della cantante che ripete a pappagallo le canzoni scritte per lei. Recentemente ho letto vari post come quello su  Itenovas o anche su nuovo e utile di Annamaria Testa che vanno contro la pubblicità sessista. Sul fronte della musica in Italia  il paragone non regge poiché commercializza gli stereotipi. Colpa dei produttori o di quello che vuole sentire il pubblico? Nei prossimi post vi dimostrerò che anche noi abbiamo delle ragazze degne di essere paragonate alle Haim.

Bene, mi sono sfogato. Ora metto il singolo delle Haim e ascoltandolo mi rilasso un po’, cosciente del fatto che ancora esiste della musica pur se commerciale molto buona.

Le sorelle Haim
Le sorelle Haim
Danielle Haim
Danielle Haim
La copertina dell' LP Forever.
La copertina dell’ LP Forever.
Il momento di un live.
Il momento di un live.

//

Annunci

One thought on “Haim: Forever. Buon sangue si sente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...